CIFS

Centro italiano
fertilità e sessualità
facebook

Infertilità maschile

L'uomo e la donna concorrono in uguale misura a determinare la sterilità in una coppia. Su 100 casi di sterilità in 40 la sterilità riconosce una causa femminile, in 40 maschile e in 20 una causa relativa a carico di entrambi. Si parla di un aumento della sterilità maschile e, in effetti, è stato verificato che la concentrazione media di spermatozoi nel liquido seminale sta diminuendo. Le cause dell'aumento della sterilità maschile sono molte: le mutate condizioni di vita, l'inquinamento atmosferico, fattori tossici ambientali presenti nell'ambiente di lavoro, il fumo. Anche lo stress è stato imputato di determinare una riduzione della fertilità, ma questo dato è poco quantificabile.

Il primo esame che si esegue per verificare la fertilità di un uomo è lo spermiogramma, cioè la valutazione della concentrazione, della motilità e della morfologia degli spermatozoi. Se questo presenta qualche problema si cerca di approfondire le indagini con dosaggi ormonali, ecografie dell'apparato genitale maschile.

In alcuni casi viene evidenziato un varicocele, cioè una dilatazione delle vene a livello della borsa scrotale. Questa situazione determina un relativo ristagno di sangue venoso e quindi un aumento della temperatura con conseguente disfunzione del testicolo. L'intervento chirurgico può, in alcuni casi, determinare un miglioramento del quadro spermatico.

Nelle dispermie, in alcuni casi si può intervenire con delle terapie mediche, che non sempre danno i risultati sperati.

Quando lo spermiogramma risulta gravemente alterato e le terapie mediche o chirurgiche sono inapplicabili o non hanno dato risultati si può ricorrere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita. L'inseminazione omologa si pratica iniettando nell'utero femminile, il liquido seminale opportunamente trattato. Generalmente ciò prevede una preparazione della partner femminile con una stimolazione ormonale moderata.

Nei casi di dispermia più marcata si può ricorrere alla ICSI (Intracitoplasmatic Sperm Injection). La ICSI è un trattamento di fertilizzazione in vitro che prevede la stimolazione multipla dell'ovulazione Con la ICSI è sufficiente la presenza di 1 solo spermatozoo per fecondare un ovocita; con una speciale macchina, detta micromanipolatore si prende lo spermatozoo con un ago e lo si inietta dentro l'ovocita.

Anche gli uomini che soffrono di azoospermia possono tentare di avere un figlio tramite la ICSI. Attraverso tecniche di piccola chirurgia gli spermatozooi vengono recuperati direttamente dai testicoli. Con questa tecnica, che ha rivoluzionato l'approccio alla sterilità maschile, si ottiene una percentuale di successo del 35% per ciclo, se la partner femminile ha meno di 40 anni. Spesso quindi la procedura va ripetuta, ma molti uomini che sino a qualche hanno fa non avevano possibilità di avere figli propri oggi riescono a diventare padri grazie a questa tecnica.

COS'È LO SPERMIOGRAMMA

spermiogramma

Lo spermiogramma è un esame del liquido seminale che consente di contare la quantità degli spermatozoi e determinarne la qualità e l’efficacia. Lo spermiogramma è sicuramente un esame importante per definire lo stato di fertilità del paziente ma non ha un valore assoluto, cioè non è in grado di affermare con certezza se un soggetto sia fertile, ipofertile o sterile, ma fornisce al medico i dati necessari a dare un'indicazione di probabilità.

Come Si Esegue Lo Spermiogramma

Il liquido seminale viene raccolto in un contenitore sterile e portato in laboratorio entro un’ora dall’eiaculazione per masturbazione. Qui viene tenuto ad una temperatura che varia tra i 20 e i 37 gradi ed esaminato. Viene valutata la concentrazione degli spermatozoi, il numero totale sull’intero ejaculato, la loro morfologia e motilità.

Lo spermiogramma può essere:

  • normale cioè tutti i parametri sono entro i limiti di norma (Normospermia)
  • ridotto per numero di spermatozoi (Oligospermia)
  • ridotto per motilità degli spermatozoi (Astenospermia) cioè che faticano a raggiungere la cellula uovo
  • di morfologia alterata (Teratospermia) quando il soggetto presenta un numero ridotto di spermatozoi

I casi più gravi vengono chiamati Criptozoospermia e Azoospermia: il liquido seminale presenta totale assenza o numero ridottissimo di spermatozoi. Tali condizioni comportano sterilità o impossibilità di concepimento spontaneo.

Sessualità maschile

Il desiderio sessuale è prodotto nella parte più antica del nostro cervello, il rinencefalo. Inoltre il desiderio sessuale è influenzato dagli ormoni: il testosterone che facilita il desiderio, la prolattina che invece lo inibisce. Una caduta del desiderio può essere dovuta anche ad un'insoddisfazione professionale, stress, grave lutto o problemi nella relazione con la partner. In queste situazioni l'attenzione spesso si focalizza su pensieri o aspetti meno piacevoli o addirittura negativi della vita sessuale. A volte può essere normale avere una caduta del desiderio, quando la partner non e' disponibile oppure quando ci si trova in una situazione pericolosa e stressante. Accertamenti: è consigliata una visita andrologica. Alla quale seguiranno le valutazioni ritenute più opportune. In genere si eseguono dei dosaggi ormonali.

Cosa si può fare?

Se la caduta del desiderio è legata ad una carenza ormonale può essere trattata facilmente con farmaci mirati. Le cause psicologiche necessitano di un intervento psicoterapeutico appropriato. Molto importante è analizzare le proprie fantasie erotiche sia per scoprire eventuali blocchi psicologici sia per liberare e aumentare il desiderio sessuale. Disturbi dell'erezione Molti uomini sono saltuariamente esposti a difficoltà erettive e quest'esperienza è vissuta in modo molto negativo.

del DR. SALTARELLI DIR. SAN. | 6, Via Della Fortezza - 50129 Firenze (FI) - Italia | P.I. 05174880483 | Tel. +39 055 470521   - Tel. +39 055 485524 | Fax. +39 055 476560 | info@cifs.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite